Languages

Mappa poi itineario

Lungo l'itinerario trovi

    You are here

    La via degli Estensi. Padova, Rovigo, Ferrara

    Il percorso prende il via da Padova, lambisce i Colli Euganei, attraversa il Polesine, supera il Po e raggiunge Ferrara. La suggestione di questo viaggio in bicicletta è data dalle vicende del nobile casato degli Estensi che nel XIII secolo lasciò Este per insediarsi a Ferrara dando vita ad una delle corti più nobili e colte del Rinascimento.

    Da Padova, in località Bassanello si imbocca la pista ciclabile del canale Battaglia: un percorso rettilineo sopraelevato rispetto al piano della campagna che offre la possibilità di avvicinare numerose ville venete, fino alla città murata di Monselice. In questo primo tratto lo scenario paesaggistico è dominato dai Colli Euganei: un centinaio di colline dai profili inconfondibili.

    Ad Este, città di interesse storico-archeologico che diede il nome all'omonimo nobile casato, si lascia l’argine del Canale Bisatto per seguire il corso del Fiume Frassine. In località Ponte della Torre, si passa vicino ad un fortilizio trecentesco perfettamente conservato e si prosegue attraverso la campagna padovana tra campi di cereali e colture industriali. Dopo pochi chilometri suggeriamo una deviazione per raggiungere l’ex abbazia camaldolese di Carceri, soprannominata la “Montecassino del nord” per la grandezza delle sue strutture architettoniche.

    A Sant’Urbano si sale sull'argine dell’Adige e lo si segue fino a Boara Pisani, dove un ponte permette al ciclista di oltrepassare l’Adige. In breve tempo si arriva a Rovigo, il capoluogo del Polesine che fu dominato dal XIII al XV secolo dagli Estensi. Di quel periodo si conservano i resti del castello e la torre Donà che, con i suoi 66 metri, è una delle più alte torri medievali d’Italia. Durante la successiva dominazione veneziana in città si costruirono “la Rotonda”, il Duomo e numerosi palazzi aristocratici.

    Procedendo verso sud, si imbocca la pista ciclabile che conduce a Guarda Veneta.  Giunti sul Po si risale il corso del grande fiume sull'argine di sinistra per passare sull'argine ferrarese nei pressi di Polesella, dove alcune piste ciclabili ben segnalate ci portano velocemente a Ferrara. La città dal Basso Medioevo al Rinascimento, sotto la dominazione estense visse un periodo aureo durante il quale ci fu una rivoluzione urbanistica e diventò centro artistico di importanza europea. Nel 1995 l’Unesco le conferisce il titolo di Patrimonio dell’Umanità come città del Rinascimento.

    Tipologia 
    Informazioni
    Informazioni Utili 

    Punto di partenza: Padova

    Punto di arrivo: Ferrara

    Lunghezza: 100 km

    Durata: 2 giorni

    Livello di difficoltà: facile

     

    Adatto a: allenati

    Segnaletica: assente

    Tipologia di fondo: misto

    Tipologia: itinerario

    Intermodalità: bus+bici

    Chilometraggio: oltre 80 Km

    Share Condividi
    La via degli Estensi. Padova, Rovigo, Ferrara.
    Este, le mura
    Baone Lago Azzurro e Colli Euganei

    Media gallery

    Media gallery
    La via degli Estensi. Padova, Rovigo, Ferrara.Este, le muraBaone Lago Azzurro e Colli Euganei

    Da non perdere