Languages

Mappa poi itineario

Lungo l'itinerario trovi

    You are here

    L’ex-ferrovia Treviso-Ostiglia

    La pista ciclabile Treviso - Ostiglia è un progetto di interesse interregionale in corso di realizzazione che coinvolge le province di Mantova, Verona, Vicenza, Padova e Treviso. L’opera, una volta ultimata, sarà lunga 118 chilometri ed attraverserà la Pianura Padana dal Po a Treviso. 

    Nella campagna veneta c’è una fascia boscata che attraversa i campi e i paesi dal Fiume Po al fiume Sile. Si tratta dell’ex ferrovia Treviso – Ostiglia, una strada ferrata realizzata nel 1930 per ragioni commerciali e militari e dismessa dopo la Seconda Guerra Mondiale a causa dei danni inferti dagli eventi bellici. Tutto il  tratto padovano è stato recuperato dalla Provincia che ha realizzato una pista ciclabile asfaltata di circa 40 chilometri che collega Campodoro a Ovest con Piombino Dese a est. Proseguendo in quest’ultima direzione si raggiunge Treviso. Partendo da Campodoro si attraversa una lussureggiante campagna ricca di prati e allevamenti bovini e poco dopo di attraversa Piazzola sul Brenta dove occorre prevedere una sosta per visitare i monumentali stabilimenti industriali di inizio Novecento e la grandiosa villa Contarini – fondazione G.E. Ghirardi. Oltrepassato il fiume Brenta si attraversa la campagna del Graticolato Romano. I resti di antiche stazioni, ponti ferroviari e la massicciata ci riportano alla mente le  suggestioni dei viaggiatori del secolo scorso. Attraversando Camposampiero e Loreggia si arriva a Piombino Dese. Qui si consiglia una deviazione per ammirare due splendide ville venete: villa Cornaro, progettata da Palladio e villa Marcello, sontuoso complesso del Settecento ancora oggi abitato dalla nobile famiglia.

    A breve distanza da Levada nel folto del Bosco dei Fontanassi, affiorano le sorgenti del Sile. Le peculiarità naturalistiche, storiche e paesaggistiche di questo territorio sono conservate dal Parco Naturale del Fiume Sile e possono essere facilmente colte grazie il percorso ciclabile “GiraSile” che collega le sorgenti del fiume con il centro del capoluogo della Marca, Treviso. Nei pressi di Badoere il percorso attraversa la singolare piazza: due bianchi emicicli porticati proteggono le botteghe e le case degli artigiani da più di trecento anni. Da Badoere si prosegue verso il capoluogo della Marca ed è possibile fermarsi presso l’oasi naturalistica di Cervara dove il turista è accolto in un moderno centro visitatori ricavato all’interno di un vecchio mulino. Seguendo le limpide acque del Sile si giunge a Treviso dove si può attraversare la città da porta Santi Quaranta a porta Garibaldi seguendo parte dell’antico perimetro delle mura.

    Lasciata Padova si attraversa la campagna del Graticolato Romano. L’orditura regolare dei campi, le intersezioni ortogonali dei fossi e delle strade, fanno di queste terre una sorta di paesaggio agrario archeologico. Sparsi nella fertile campagna troviamo paesi dal doppio volto: quello laborioso e dinamico dei distretti industriali e quello antico dei centri storici. In uno di questi, Camposampiero, lasciamo il percorso del Muson dei Sassi per prendere la pista ciclabile dell’ex ferrovia Treviso - Ostiglia. La strada ferrata fu realizzata per ragioni militari nel 1930 e fu dismessa nella Seconda Guerra Mondiale a causa dei danni inferti dagli eventi bellici. I binari non furono più ripristinati e il sedime è diventato nel tempo una naturale green way che collega il Po a Treviso passando per la campagna veneta. Il percorso è lungo circa 100 chilometri, di cui 30 sono in provincia di Padova e conserva ancora le vecchie stazioni sparse nei paesi di campagna.

    Come fu per i viaggiatori del secolo scorso, si passa attraverso le vecchie stazioni oggi in via di valorizzazione. A Piombino Dese si consiglia una deviazione per ammirare due splendide ville venete: villa Cornaro, progettata da Palladio e villa Marcello, sontuoso complesso del Settecento ancora oggi abitato dalla nobile famiglia dei Marcello.

    Tipologia 
    Informazioni
    Informazioni Utili 

    Punto di partenza: Treviso

    Punto di arrivo: Ostiglia

    Lunghezza: a luglio 2019 risultono percorribili 70 km sui 118 km

    Durata: (70 km)1 giornata

    Livello di difficoltà: medio

     

    Adatto a: allenati

    Segnaletica: presente

    Tipologia di fondo: misto

    Tipologia: ciclovacanza

    Intermodalità: nessuna

    Chilometraggio: finali 118 Km

    Share Condividi
    Itinerario ex ferrovia

    Media gallery

    Media gallery
    Itinerario ex ferrovia

    Da non perdere