Languages

Mappa poi itineario

Lungo l'itinerario trovi

    You are here

    Giro delle città murate

    Si attraversa la Bassa Padovana, tra i Colli Euganei e la Scodosia; seguendo il canale Bisatto e il fiume Frassine si incontrano numerose costruzioni medioevali, palazzi fortificati, castelli, rocche, torri isolate e splendide città murate.

     

    La prima città murata che incontriamo nel corso di questo itinerario suggestivo è Monselice, bella cittadina collinare con  nucleo storico-monumentale che si snoda lungo le pendici del colle della Rocca. Si visita il ricco castello, la Via giubilare delle Sette Chiese con l'antica Pieve di s. Giustina e l'Oratorio di s. Giorgio, e si ammirano varie  ville e palazzi (villa Nani - Mocenigo, villa Pisani, villa Duodo). Nel Retratto di Monselice, zona di bonifiche cinquecentesche, si incontra l’oratorio della Madonna delle Ave, la cui costruzione ha inglobato un muro antico, vestigia della fortificazione del monte Buso.

     

    In breve si raggiunge Este nel cui centro si apre la vasta piazza Maggiore e si affacciano i palazzi più prestigiosi della città. Gli scorci che meritano una sosta fotografica sono numerosi: la torre civica con l'orologio, le residenze signorili, i luoghi di culto e il castello carrarese. Quella che si vede oggi è la fortezza costruita da Ubertino da Carrara tra il 1338 e il 1339. Nonostante i danneggiamenti subiti nel tempo, il castello conserva ancora la forma poligonale, la Porta di Baone, il mastio o Rocca del Soccorso e ben 12 torri. La parte meridionale del castello nel XVI secolo è stata trasformata in palazzo e oggi ospita il Museo Nazionale Atestino. Le collezioni conservate sono ricchissime di reperti  rappresentativi delle civiltà dei Veneti antichi e dei Romani. Dopo aver visitato il Duomo dalla particolare forma ellittica e scrigno di opere d'arte, si riprende l'argine del canale Bisatto, fino a raggiungere il nodo idraulico del Sostegno, dove si continua a pedalare lungo il Fiume Frassine.            

     

    Dall'alto dell'argine, immersi nel silenzio della campagna, lo sguardo spazia ad oriente verso i Colli Euganei, ad occidente verso quelli Berici e a sud fino a Montagnana, meta del nostro viaggio. Nel XIV secolo la città murata assunse l'impronta originale che possiamo ancora oggi ammirare. In quel periodo i Carraresi completarono con la Rocca degli Alberi (1362) la cinta muraria che conta ben 24 torri alte 17 metri. Quella più alta (38 metri) è dell'edificio militare più antico della città: il castello di San Zeno. La visita al centro storico permette di ammirare nobili dimore, tra cui villa Pisani, opera di Palladio, e il Duomo, la cui architettura complessa armonizza gli elementi gotici con quelli rinascimentali.

     

    Variante lungo i fiumi Fratta e Frassine

    Per il ritorno è possibile scegliere un percorso alternativo. Da Montagnana si raggiunge il borgo di San Salvaro, frazione di Urbana, dove si intercetta il fiume Fratta il cui argine di destra asfaltato e poco trafficato è il percorso da seguire per raggiungere l’antico nodo idraulico del ponte delle Tre Canne in comune di Vighizzolo d’Este. Qui lasciamo il fiume per prendere il fiume Frassine che risaliamo fino a Este passando per l’ex abbazia di Carceri.

     

     

     

     

     

     

    Tipologia 
    Informazioni
    Informazioni Utili 

    Punto di partenza: Monselice, Piazza Mazzini

    Punto di arrivo: Montagnana

    Lunghezza: 30 km

    Durata: mezza giornata

    Livello di difficoltà: facile

     

    Adatto a: tutti

    Segnaletica: assente

    Tipologia di fondo: misto

    Tipologia: escursione

    Intermodalità: treno+bici

    Chilometraggio: 0-30

    Share Condividi
    Elisabetta Carati
    m.danesin
    Giro delle città murate

    Media gallery

    Media gallery
    Elisabetta Caratim.danesinGiro delle città murate

    Da non perdere